la fotografia in Bianco e Nero a pellicola


fotoInBN_small

Come tutti i ragazzi della mia generazione, mi sono avvicinato alla fotografia utilizzando pellicole a colori, ma più mi appassionavo a questa forma d’arte, più ero sedotto dal magico mondo della fotografia in bianco e nero. Trovavo un fascino particolare nelle fotografie realizzate con questa pratica, ed ero attratto dall’alto livello creativo che questa tecnica permette prima, durante l’esposizione della pellicola e in seguito, in fase di sviluppo e stampa. Fu così che cominciai ad allestire la mia camera oscura, vero cuore pulsante per tutti i fotografi che ancora utilizzano questa tecnica.
fotoInBN_2_smallOggi le immagini digitali hanno soppiantato quasi completamente la fotografia tradizionale a pellicola, niente di male, il mondo va avanti, e sotto molti aspetti quella digitale è una tecnologia fantastica. Personalmente non ho niente contro la fotografia digitale, ma detesto l’uso smodato dei programmi di elaborazione d’immagine, capaci di alterare e stravolgere completamente la fotografia, tanto da non sapere più se questa sia vera o frutto di fantasia. Oggi purtroppo, quando guardo una fotografia che mi cattura, dopo un primo momento di entusiasmo, istintivamente mi ritraggo dubbioso e penso, “la meravigliosa immagine che sto guardando è reale o qualcuno si è preso gioco di me utilizzando qualche sofisticato software di elaborazione
d’immagine?”.
Io invece ci tengo a far sapere che le mie immagini sono vere fotografie, non corrette o modificate al computer. La luce ha impressionato per un momento la pellicola da me esposta, semplicemente.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA CAMERA OSCURA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA